Utilizziamo cookie di servizi di terze parti per attività di marketing e per offrirti una migliore esperienza. Leggi come utilizziamo i cookie e come puoi controllarli facendo clic su "Preferenze sulla privacy".


Preferenze sulla privacy

Preferenze sulla privacy

Quando visiti un sito web, questo può memorizzare o recuperare informazioni attraverso il tuo browser, solitamente sotto forma di cookie. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere di non consentire la raccolta di dati da determinati tipi di servizi. Tuttavia, non consentire questi servizi potrebbe influire sulla tua esperienza di navigazione.

  • Privacy Policy

    Informativa Privacy

    Lo scopo dell'informativa privacy è di fornire la massima trasparenza relativamente alle informazioni che il sito raccoglie e come le usa.

    In ottemperanza degli obblighi derivanti dalla normativa nazionale e europea (Regolamento europeo per la protezione dei dati personali), rispettiamo e tuteliamo la riservatezza dei visitatori e degli utenti, ponendo in essere ogni sforzo possibile e proporzionato per non ledere i diritti degli utenti.

    Non pubblichiamo annunci pubblicitari, non usiamo dati a fini di invio di pubblicità, però facciamo uso di servizi di terze parti al fine di migliorare l'utilizzo del sito, terze parti che potrebbero raccogliere dati degli utenti e poi usarli per inviare annunci pubblicitari personalizzati su altri siti. Tuttavia poniamo in essere ogni sforzo possibile per tutelare la privacy degli utenti e minimizzare la raccolta dei dati personali. Ad esempio, usiamo in alcuni casi video di YouTube, i quali sono impostati in modo da non inviare cookie (e quindi non raccogliere dati) fino a quando l'utente non avvia il video. Potete osservare, infatti, che al posto del video c'è solo un segnaposto (placeholder). Il sito usa anche plugin sociali per semplificare la condivisione degli articoli sui social network. Tali plugin sono configurati in modo che inviino cookie (e quindi eventualmente raccolgano dati) solo dopo che l'utente ha cliccato sul plugin.

    A titolo informativo si precisa che la gestione dei cookie è complicata, sia da parte nostra, come gestori del sito (che potremmo non riuscire a gestire correttamente i cookie di terze parti) che da parte dell'utente (che potrebbe bloccare cookie essenziali per il funzionamento dei sito). Per cui un modo migliore, e più semplice, per tutelare la privacy sta nell'utilizzo di strumenti anti-traccianti, che bloccano quindi il tracciamento da parte dei siti terzi (A tal fine si consiglia l'utilizzo di Privacy Badger e uBlock Origin)

    Per ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali potete leggere l'informativa completa qui sotto


     

    RICHIESTO
  • Rete per la distribuzione di contenuti
    Alcuni contenuti resi disponibili in questo sito, sono forniti da terze parti, il cui corretto funzianamento potrebbe richiedere il tracciamento attraverso il browser e script contenuti nelle pagine. Il tracciamento del traffico è finalizzato alla raccolta di dati che consentono la statistica dettagliata degli utenti, come gruppo e non come singole persone.
    RICHIESTO
  • Youtube (Hosting Video Platform by Google Inc.)
    Potrebbe tracciare l'utente che visiona i video per poi produrre una statistica, sul comportamento della visione, della sua geolocalizzazione e dei tempi di permanenza, come gruppo e non come singoli.
  • Vimeo (Hosting Video Platform)
    Potrebbe tracciare l'utente che visiona i video per poi produrre una statistica, sul comportamento della visione, della sua geolocalizzazione e dei tempi di permanenza, come gruppo e non come singoli.
  • Google Ads (Advertisement Delivery Network)
    il nostro sito non presenta annunci pubblicitari, ma il traffico dell'utente che visiona le pagina, può produrre una preferenza che si traduce in annunci personalizzati rispetto ai dati di navigazioni presenti nella cronologia e dai cockie del browser.
  • Facebook & Instagram (Social Media)
    potrebbero raccoglie informazioni sul traffico prodotto in cronologia e dai cockie, per personalizzare l'esperienza rispetto al social.

Dal bianco splendente alle faccette, il sorriso perfetto si crea al computer



Dal bianco splendente alle faccette, il sorriso perfetto si crea al computer

Dal bianco splendente alle faccette, il sorriso perfetto si crea al computer

Un sorriso perfetto in armonia con il viso è il sogno di tutti.Come il corpo dell’Uomo vitruviano di Leonardo. Denti perfetti e di un bianco brillante. E’ questa la richiesta più diffusa quando si entra nello studio di un dentista che, per rispondere alle esigenze del paziente, è sempre più attento all’estetica del sorriso anche grazie all’aiuto del computer. E’ possibile ricreare un bel sorriso come quello di famosi vip con un programma avanzato di grafica e morfing in 3D, "lo SmileDesign".

Con questa macchina è nato un nuovo tipo di odontoiatria, siamo diventati gli architetti del sorriso. Costruiamo o smussiamo le curve della dentatura come fa l’architetto con un appartamento da restaurare”. A spiegarlo all’Adnkronos Salute è Domenico Dentici, medico odontoiatra di Genova.

Per far ritrovare al paziente la voglia di sorridere senza imbarazzi “basta una fotografia (o una Tac della bocca) e con questi nuovi programmi molto simili a Photoshop si può intervenire sull’estetica del sorriso – aggiunge Dentici – Si può decidere come modificare un incisivo, ad esempio, che forma dargli. E si può vedere in maniera virtuale e in anticipo il risultato che otterrà in paziente”. Il fenomeno dell’estetica del sorriso è definitivamente esploso negli ultimi 10 anni. “Arrivano sempre più pazienti giovanissimi che chiedono lo sbiancamento dei denti – sottolinea il medico – E stanno prendendo piede le faccette, ‘gusci’ che incollati sulla superficie dei denti li rendono naturali e luminosi grazie a nuovi materiali sempre più performanti“.

L’identikit del paziente alla ricerca dell’estetica del sorriso ha più volti: “Spesso sono donne ‘over 40’ che vogliono migliorare alcuni inestetismi o hanno problemi che in passato non notavano ma che ora vogliono correggere – osserva Dentici – Ci sono però anche giovanissimi che dopo un lavoro di ortodonzia ci chiedono un ‘ritocchino’. Chi poi vuole le faccette (se ne mettono di solito 6 da canino a canino), arriva già preparato e chiede l’ultimo materiale disponibile e non più la ceramica, ora si realizzano in zirconio e disilicato di litio. Se durano meno di 15 anni o si staccano – aggiunge – vuol dire che il lavoro è stato fatto male”.

Dal bianco splendente alle faccette, il sorriso perfetto si crea al computer

Le faccette si dovrebbero scegliere quando c’è un danno al dente, ad esempio per una rottura, “ormai sono ben collaudate e anche ad un occhio esperto non dovrebbero vedersi – avverte il dentista – è un tipo di approccio che rientra nell’odontoiatria conservativa. Ma è bene ricordare che per inserirle serve molta attenzione, un lavoro preparatorio sul paziente con le impronte della dentatura e una scelta attenta delle colle da usare. Se il lavoro è fatto bene non ci sono problemi di perdersi le faccette durante i pasti: durano almeno 15-20 anni”.

Denti dritti e allineati che danno morbidezza al sorriso “è quello che cercano i pazienti – conferma Giampiero Malagnino, ex presidente nazionale dell’Associazione nazionale dentisti italiani e vice presidente vicario dell’Enpam – per cui è difficile convincerli del contrario. Il sorriso ha un peso psicologico molto rilevante sulla sicurezza della persona, avere un problema di dentatura può diventare un difetto enorme per alcune persone, tanto da non sorridere mai. Ecco che il dentista deve stare molto attento alle richieste, selezionare con cura ed evitare gli errori: si vedono in giro tanti ‘sorrisi’ stereotipati frutto di interventi estetici”.

Inseguendo la medicina estetica, l’odontoiatria sta diventando sempre più interdisciplinare. “Tante volte – ricorda Dentici – mi trovo a lavorare con altri professionisti, ad esempio con il chirurgo estetico. Questo perché spesso chi entra con l’idea di ricostruire il proprio sorriso chiede anche di togliere delle piccole rughe o di rimodellare le labbra”.

Secondo entrambi gli specialisti “i piccoli restauri estetici devono essere condotti con un approccio mininvasivo”. “Il dente – conclude Dentici – non posso ritoccarlo e aggiustarlo più volte perché in questo modo viene danneggiato. Solo un buon quindi garantisce al paziente la durata e la sicurezza dell’intervento”.

Fonte: Adnkronos

 

Condividi: